COMUNICAZIONE
CRESCITA
TRASFORMAZIONE

Despre cartile mele

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper inar dapibus leo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Con l’iscrizione alla newsletter ricevi cinque super regali speciali:

·         il link a tutti i tuoi contenuti gratuiti

·         gli estratti dei miei libri

·         la ricca antologia di pensieri potenti intitolata “Gemme di pensiero”

·         ogni martedì mattina direttamente nella tua casella e-mail la newsletter settimanale

·         in anteprima esclusiva le news sui nuovi progetti editoriali e formativi di crescita sostenibile, personale e professionale

Iscriviti adesso e ricevi le tue chicche di crescita sostenibile, personale e professionale

Leggi tutti gli articoli

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano.Antoine de Saint-ExupéryMi trovo in Sicilia, a Canicattì. In una mansarda del suo centro storico. Fuori sono 44 gradi. Dentro 36, quando il condizionatore è spento. È un caldo rovente in questo inizio d’agosto. Inusuale perfino qui, nel profondo sud. Se ne parla tanto: alla TV, nei giornali, al bar, tra amici, tra parenti. Nelle città e in campagna, in montagna e al mare. E nell’autentico entroterra siciliano, dove mi trovo. Nelle conversazioni quotidiane il caldissimo estivo di questi giorni mi ricorda l’onnipresenza dell’argomento molto British tempo/meteo. Non c’è giorno,
Leggi tutto l'articolo →

Essere assertivi vuol dire, semplicemente ma a gran voce IO SONO.Monica MorgantiL’obiettivo ultimo di qualsiasi messaggio trasmesso in forma scritta o in forma orale è ottenere il consenso del nostro interlocutore, farlo aderire alla nostra idea sull’argomento in questione. Farlo aderire alla nostra visione del mondo, in sostanza, che poi è anche – parola d’Aristotele – un esercizio di felicità:È intorno alla felicità e alle azioni che a essa conducono e a quella a essa contrarie che ruotano tutti i tentativi di persuadere e dissuadere.AristoteleDi seguito troverai dieci regole che ti saranno di aiuto per elevare la tua comunicazione a un livello più vicino all’eccellenza.
Leggi tutto l'articolo →

Comunicazione aggressiva: quali sono le parole per poterla trasformare.Nei precedenti due articoli, abbiamo visto come farsi rispettare e come smettere di compiacere gli altri, rispettivamente lo stile di comunicazione assertiva e lo stile di comunicazione passiva.Ci occuperemo in questo post dello stile di comunicazione aggressiva.Non cedete mai al primo impulso dell’ira: cedete sempre al primo impulso dell’amore.Arturo GrafCome lo stile passivo, anche la comunicazione aggressiva è molto lontana, retoricamente parlando, dall’arte del parlare con arte.Le reazioni incontrollate, spesso eccessive, sono tipiche della comunicazione aggressiva e possono essere eliminate solo con un deciso intervento retorico.Se la persona passiva mette in atto
Leggi tutto l'articolo →

Come smettere di compiacere gli altri: inizia a cambiare le parole.Abbiamo visto come farsi rispettare, adesso scopriamo in cosa si distingue la comunicazione passiva.Non si può non comunicare.Paul WatzlawickLa comunicazione passiva è lo stile di comunicazione di chi tende a compiacere gli altri, a ingigantire le conseguenze delle proprie azioni e a colpevolizzarsi esageratamente per i propri errori. È, inoltre, lo stile di comunicazione di chi si sente socialmente ansioso, ha troppo timore del giudizio degli altri e una marcata tendenza a giustificarsi.In riferimento a quest'ultimo tratto caratteristico, uno degli indicatori linguistici più evidenti è la parola perché inserita troppo spesso
Leggi tutto l'articolo →

Per farsi rispettare, bisogna essere assertivo. La comunicazione assertiva è altamente retorica e ha riflessi positivi in tutte le situazioni discorsive della nostra quotidianità.Per sciogliere ogni dubbio: essere assertivi significa rispettare e farsi rispettare. Significa, in altre parole, saper affermare il proprio punto di vista con sincerità e sicurezza, in pieno rispetto dei punti di vista degli altri interlocutori.Nelle relazioni, nelle vendite, nella gestione delle risorse umane, nelle riunioni, nei rapporti interpersonali, familiari e professionali, non si va molto lontano senza imparare a farsi rispettare.Tutto il problema della vita è questo: come rompere la solitudine, come comunicare con gli altri.Cesare
Leggi tutto l'articolo →

Comprendere la nostra mente: che cosa ci insegnano le neuroscienze.Sapere chi siamo per sapere dove stiamo andando è il presupposto irrinunciabile di ogni percorso di ricerca, soprattutto quello di chi vorrebbe sentirsi bene nella propria mente, nel proprio cuore, nella propria vita.Jeanne Siaud-FacchinCrescita e trasformazione personale e professionale passano per l'autoconoscenza. In questo senso, sapere come opera il nostro cervello è un presupposto essenziale per comprendere come funziona la nostra mente e come poterla far funzionare al meglio.Nell'articolo di oggi, sette scoperte delle neuroscienze che ci hanno aiutato a comprendere meglio la nostra mente e, di conseguenza, noi stessi.Eccole:La plasticità cerebrale:
Leggi tutto l'articolo →

Su di me

Comunicazione. Crescita. Trasformazione.

Queste sono le tre idee cardine su cui si fonda la mia mission profonda ed autentica.

Sono Lucian Berescu e in questo sito coltivo e condivido strategie pratiche per una crescita sostenibile, personale e professionale, alla luce delle più recenti scoperte in psicologia e neuroscienze.

Ci sono, inoltre, tecniche, riflessioni e insegnamenti pratici, frutto delle due più significative esperienze vissute in prima persona: l’immigrazione e la nascita di Chiara e Marco, i miei due splendidi juniors.

Ciò che muove la mia penna virtuale è il profondo desiderio di condividere conoscenze pratiche che possano innescare processi sostenibili di crescita e trasformazione personale e professionale, con l’aiuto del sapere che la scienza e in particolare le neuroscienze hanno reso disponibili negli ultimi anni.

Le parole che scegliamo orientano il cammino che percorriamo

Dopo diversi anni di permanenza in Italia, ho deciso, carta e penna alla mano, di riprendere a scrivere di comunicazione, di crescita, di trasformazione, di educazione, di genitorialità e di altri temi affini.

Come facevo da giornalista in Romania, stavolta su un blog personale, in italiano.

Vogliono imparare a parlare senza cambiare la loro vita. E a quelli che vogliono cambiare non viene in mente di cominciare parlando.

Questa è la mia citazione di cuore tratta da Selim ovvero il dono della parola di Sten Nadolny.

Le parole sono potenti strumenti di crescita e trasformazione, personale e professionale. Sono, inoltre, lo specchio del patrimonio linguistico e culturale che possediamo.

Le parole che scegliamo orientano il cammino che percorriamo.  Più ne abbiamo, più sfumature della realtà cogliamo.

Più parole impariamo, più cresciamo.

Più ne sappiamo, più liberi siamo.

Le parole, del resto, sono qualcosa di magnifico e di magico: creano immagini, trasportano idee, allargano orizzonti, influenzano comportamenti, scrivono storie. Incantano, seducono e deliziano. Trasformano la realtà.

Scegliete, quindi, con cura le vostre parole: un po’ descrivono, dando così forma e contenuto alla vita privata e sociale, ma molto di più orientano e guidano. Spalancano i sensi verso nuovi orizzonti. O seppelliscono, impietose, sogni e speranze. Risuonano o rimbombano, evocano e fanno vibrare. Ben chiaro, in mezzo ci sono una miriade di sfumature e coglierle nel loro splendore è un diritto, oltre che un dovere. Le parole dicono e le parole fanno, lo disse John Austin, e noi ne prendiamo atto.

Curate le vostre parole e scoprirete di che cosa siano capaci quando sono nelle mani, o, per meglio dire, nella bocca giusta: favoriscono la crescita personale e professionale, armoniosa e sostenibile, di persone curiose, responsabili e amanti della conoscenza.

A prescindere dalla stagione di vita.

E prima di questo sito?

Ho fatto diversi mestieri che rientrano nel settore della comunicazione e del turismo più tanti altri, in quattro Paesi: Italia, dove risiedo, Romania, dove sono nato, Francia e Inghilterra dove ho spesso viaggiato e soggiornato.

Sono nato a nord-est di Bucarest, a Bacău, in Romania. Nel 2001, ho lasciato il mio Paese per girare felicemente l’Europa. Viaggiavo con un borsone pieno di sogni, entusiasmo e speranze, più tre libri e alcune maglie.

Ero finalmente in Occidente, quella parte del mondo che per me e la mia generazione appariva ricca, felice e… irraggiungibile.

Per due anni ho vissuto in Sicilia, tra Canicattì e Caltanissetta. Ho poi scambiato l’italico profondo sud con l’estremo nord dello Stivale. Ho scelto Trento, città scoperta grazie a tre intensi mesi di ricerche online da una postazione di Internet Caffè, all’epoca ancora di moda.

Me ne sono andato un tardo pomeriggio di fine agosto, in treno e con biglietto di sola andata. Dopo 26 ore di viaggio sono sceso tra le maestose Dolomiti, con il solito borsone colmo di sogni, entusiasmo, speranze e tutto il resto.

Il verde crudo che dominava il paesaggio e l’aria fresca di montagna di inizio autunno mi ricordavano il mio Paese e un po’ mi fecero sentire a casa. La ridente città sulle rive dell’Adige circondata dalle sontuose montagne diventò la mia nuova casa. Lo è tuttora.

Trento occupa un posto speciale nella mia anima per tanti bei ricordi e l’indimenticabile esperienza degli studi universitari.

Nel Tempio del Sapere, come teneramente chiamavo l’ateneo trentino, ho vissuto cinque intensissimi anni di crescita e trasformazione intellettuale e professionale. Ho iniziato dalle parole, quelle che usavo nei dialoghi con me stesso e con tutti gli altri, in diversi contesti interpersonali e professionali. Continuo a farlo: con le parole creo modi e mondi che poi aiutano gli altri, vicini o lontani, a crearne altri in un circolo virtuoso che possa regalare gioia, serenità e motivazione.

Nella primavera del 2011, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia, mi viene conferita la cittadinanza italiana.

Dopo di me e in meno di 24 ore, anche a Chiara, mia figlia. Nel 2018, alla sua nascita, tocca a Marco, mio figlio. Entrambi ne custodiscono fieramente una terza: bulgara, della loro mamma.

Approfondisci

Scopri nella sezione Approfondisci tutti i temi che ho affrontato negli articoli scritti in lingua italiana, di fatto la mia seconda madrelingua. Sono certo che anche tu troverai quello che interessa a te.

Leggi, studia e applica le strategie e le tecniche che troverai gratuitamente su questo sito. Se solo un articolo, un’esperienza condivisa o una risorsa tra le centinaia che troverai sfogliando le pagine di questo sito riuscirà a far scattare la scintilla necessaria a compiere il tuo cammino di crescita sostenibile, personale e professionale, io sarò soddisfatto.

I progetti formativi, in anteprima

Vuoi scoprire in anteprima i progetti formativi di crescita e trasformazione personale e professionale a cui sto lavorando?

Iscriviti gratuitamente alla mia newsletter e ogni settimana riceverai un nuovo articolo e le chicche riservate ai soli iscritti.

Riceverai, inoltre, il link ai tuoi contenuti gratuiti e gli estratti dei miei libri.

Non dimenticare di seguirmi sui tuoi social preferiti: YouTube, InstagramFacebook e LinkedIn.

Ti auguro buona lettura e buon … cammino!

Lucian

"Di Lucian apprezzo le plurime competenze, l’entusiasmo, le motivazioni, la dedizione ai progetti di comunicazione felice, formazione innovativa, crescita personale e genitorialità. Galeotta fu «l’Arte del parlare con arte», il suo primo libro che ci fece incontrare. Due vite, e due ricerche solidali, le nostre, per crescere e tras/formare."
Adelino Cattani
Docente @ Università di Padova, ideatore di Palestra di Botta e Risposta
"Lucian, a suo modo, è un rivoluzionario, sa aprire spazi a nuove esplorazioni. Entra in azienda sapendo cosa sono le fragilità, crea assieme la mappa dei valori e sfata falsi miti trovando nuove convinzioni e certezze. È un apri pista e in lui c’è garbo, disponibilità, fermezza e fiducia. Un incontro che lascia il segno!"
Marina Zago
Marketing Manager @ Zago Srl
“L’incontro con Lucian è stato sorprendente e decisamente stimolante, non solo professionalmente. Ha saputo conquistare i miei alunni e li ha trasformati da brutti anatroccoli in meravigliosi cigni. Gli sono grata anche per gli spunti e i suggerimenti che mi ha dato per il mio ruolo di mamma!”
Ilaria Maccagnoni
Docente @ Scuola Media Vittorio Alfieri Bolzano
"Per presentare Lucian mi piace sottolineare la differenza tra chi, con l’uso sapiente della parola, ha creato tantissimo valore intorno a sé, costruendo uno splendido percorso professionale e chi chiacchiera a vuoto senza concludere granché. Leggetelo e seguitelo quando scegliete di intraprendere un percorso di crescita e (tras)formarzione."
Denis Siric
Imprenditore
"Lucian ha una professionalità elevata: parla correttamente e con proprietà di linguaggio sia italiano che inglese, ha grande esperienza nel settore dell'ospitalità ma quello che lo contraddistingue è la capacità di insegnare, trasmettere e condividere le sue conoscenze con passione. Lo considero il mio mentore."
Paola Semenzato
Lettrice
"Lucian è uno dei pochi professionisti della comunicazione che stimo per la sua capacità di dare il giusto peso alle parole, sia quelle espresse verbalmente sia quelle «silenziose». Costanza e resilienza sono le doti che più ammiro di lui. I suoi testi sono una costante fonte d'ispirazione quando scegli di crescere e migliorare."
Michael Iuni
Imprenditore
"Întreaga activitate a lui Lucian, ca autor și ca formator, stă sub semnul dezvoltării personale prin retorică și comunicare. Lucian stăpânește «arta de a vorbi cu artă», este un artist al cuvântului care construiește lumi, un coach care formează caractere prin comunicare eficientă într-un mediu multicultural."
Florinela Floria
Docente @ Università Vasile Alecsandri Bacău
"Lucian è una persona con una grande conoscenza della comunicazione ed è in grado di trasmetterla tramite le emozioni, facendo immedesimare ogni lettore, permettendo a tutti di sentirsi a proprio agio e di trovare importanti spunti di riflessione nella vita quotidiana. Consiglio a chiunque voglia crescere di leggere i suoi scritti."
Diana Nazaret
Lettrice